la PUBBLICITA’ POSITIVA

Spesso le immagini pubblicitarie non sono quelle di donne e uomini reali, ma di persone che non esistono.

Occorre comprendere la pericolosità sociale di messaggi ad alto tasso di misoginia e sessismo, e muoversi nella direzione di fare una rappresentazione più aderente alla realtà e più rispettosa nel rappresentare le donne presenti e attive nel nostro Paese. Lo stesso discorso vale per gli uomini ingabbiati nello stereotipo che vede virilità, potere e successo abbinati alla dimensione prettamente sessuale, cancellando dal mondo maschile sentimenti e debolezze umane.

stereotipi-di-genere-maschio-femmina-980x600

Ccreare immagini “amiche” significa fare una rappresentazione del maschile e del femminile dignitosa e rispettosa, che vada oltre la stereotipizzazione e che valorizzi la libera espressione di se stessi/e.

Solo in questo modo è possibile ottenere una comunicazione non sessista.